martedì 31 maggio 2011

MAKE LOVE NOT WAR


Milan, bus stop, May 30, 2011. © Luciano del Castillo

venerdì 27 maggio 2011

WAR CRIMINAL


Beograd, 2007. Pictures of Ratko Mladic (Ратко Младић) and Radovan Karadžić (Радован Караџић), Yugoslavian civil war relics stand in Beograd with other pics of fathers country. © Luciano del Castillo


Ratko Mladic, wanted by UN prosecutors for war crimes during the Bosnian civil war, has been arrested in Serbia after a decade in hiding.Serbian President Boris Tadic confirmed the arrest of the former Bosnian Serb army chief at a news conference. Gen Mladic is accused of a key role in the massacre of at least 7,500 men and boys at Srebrenica in 1995. He was the most prominent Bosnian war crimes suspect at large since the arrest of Radovan Karadzic in 2008.President Tadic said work was under way to extradite Gen Mladic to the international war crimes tribunal in The Hague. The detention, he said, had closed one chapter in Serbian history, bringing the country and the region closer to reconciliation.

mercoledì 25 maggio 2011

THE LAST DETAIL


Rome, May 25 2011. Pictures Editorial Office. Time out. © Luciano del Castillo

.......Piccola città, vecchi cortili,
sogni e dei primaverili, rime e fedi giovanili, bimbe ora vecchie;
piango e non rimpiango, la tua polvere, il tuo fango, le tue vite,
le tue pietre, l'oro e il marmo, le catapecchie:
così diversa sei adesso, io son sempre lo stesso, sempre diverso,
cerco le notti ed il fiasco, se muoio rinasco, finchè non finirà.......
Da Piccola Città- Francesco Guccini

lunedì 23 maggio 2011

venerdì 20 maggio 2011

LANDSCAPE PAESAGGIO PAYSAGE LANDSKAPE LANDSCHAPE PAISAGEM



Tragliata street Rome, May 20 2011. © Luciano del Castillo

VIVERE


La Habana, iglesia de los Santos, 2008. © Luciano del Castillo

« L’image n’est pas un simple signal neutre que nous percevons, sans plus. C’est un symbole qui déclenche en nous une activité : rappel d’autres images, de souvenirs auxquels nous comparons l’image présentée ; déclanchement du processus d’imagination qui nous fait voir plus qu’il n’y a en réalité sur l’image » (Dessaucy, 1970).

MACONDO


Macondo era allora un villaggio di venti case di argilla e di canna selvatica costruito sulla riva di un fiume dalle acque diafane che rovinavano per un letto di pietre levigate, bianche ed enormi come uova preistoriche.
Il mondo era così recente, che molte cose erano prive di nome, e per citarle bisognava indicarle col dito.

(Dal romanzo di Gabriel Garcìa Marquez "Cent'anni di solitudine")


giovedì 19 maggio 2011

martedì 17 maggio 2011

MARGHERITA HACK SENATORE A VITA

E' importante in questo momento di immorale assenza della ragione firmare e sottoscrivere un appello a favore di Margherita Hack senatore a vita che con la sua lucidità è un faro ed una guida per tutti noi.

http://temi.repubblica.it/micromega-appello?action=vediappello&idappello=391214

sabato 14 maggio 2011

LETIZIA BATTAGLIA FOR PALERMO GAY PRIDE


Quest’ esposizione è un omaggio nato da un impulso di simpatia e solidarietà di Letizia Battaglia verso gli amici del Palermo Pride.

Una selezione di 20 fotografie, realizzate nei primi anni della sua carriera di fotoreporter fino alla recenti “Rielaborazioni”, serie d’ immagini cui l’ artista si dedica da qualche anno.

Molti gli inediti che vengono esposti per la prima volta a Palermo. Letizia, testimone di una guerra civile che per oltre vent’anni ha prodotto ogni giorno nuove vittime, decide di fare i conti con il suo archivio. Non avrebbe voluto caricarsi di tutta questa sofferenza. Vinto l’ istinto iniziale di bruciare i negativi, sceglie di spostare il puntcum della foto "antica" rivitalizzandolo attraverso una presenza femminile. Le Rielaborazioni nascono dall’ esigenza di annullare il dolore impresso sui suoi negativi, donando loro nuova vita attraverso un momento successivo. Così le stampe di un diario visivo di donne e uomini le cui esistenze sono state annullate dalla violenza mafiosa, fanno da sfondo ad una nuova immagine. L’ artista sposta il punctum di una cronaca crudele e violenta attraverso la nuova presenza di un volto femminile o di una nudità vibrante di donna.

Foto che nascono da riflessione, casualità, guizzi di genialità. Set improvvisati in cui Letizia segue un istinto che la porterà ad ottenere la foto di cui ha già avuto vagamente visione nella sua mente.

Letizia Battaglia ha 75 anni. Vive a Palermo. Ha fotografato per il quotidiano L' Ora dal 1974 sino alla sua chiusura. Le sue fotografie sono esposte in musei e gallerie in Italia e nel mondo. Tra i premi principali : Eugene Smith Award ( 1986), Mother Johnson Achievement for Life (1999), Dr. Erich Salomon Preis ( 2007) e nel 2009 il Cornell Capa Infinity Award.

Inaugurazione mostra fotografica Sabato 14 Maggio ore 19.30
presso la sala delle Armi di palazzo Chiaramonte- Steri, Piazza Marina 61,Palermo
visitabile fino al 25 maggio
da Martedì a Sabato ore 9:00/13:00 - 14:30/18:30
Domenica ore 10:00/14:00

STEFANO DISEGNI


Stefano Disegni (R) for Afghan women. © Luciano del Castillo

martedì 10 maggio 2011

GOOD BYE MISS MARIANNA



The Patriarch. "La signorina Marianna", Cerda, September 07, 2008.
© Luciano del Castillo

All'ombra delle scale del palazzo del Castillo mi riparavo dal caldo torrido di Cerda. Sognavo i miei mondi di bambino e cantavo le canzoni di Adriano Celentano che imparavo dalle radio. Allora le canzoni del Festival di Sanremo erano le uniche che si conoscevano, almeno a Cerda. Un giorno Marianna mi senti' cantare una canzone di Celentano "Storia d'amore" http://www.youtube.com/watch?v=EhDfT08OMh8 e, con molta determinazione, mi intimò di lasciare perdere queste canzoni morbose e peccaminose e di cantare canzoni che erano un inno al Signore. Un poco come fanno oggi gli islamici praticanti conservatori che non vogliono che la musica parli altro che del Profeta, che Allah lo protegga.
Così mi costrinse ad imparare le canzoni di Suor Sorriso http://dailymotion.virgilio.it/video/x44p2r_orietta-berti-suor-sorriso_fun o canti di chiesa che a suo dire, erano la musica per le mie orecchie.

Molti anni dopo, casualmente, fischiettavo la musica della canzone Dominique nella mia redazione, quando un mio collega mi domanda: ma come fai a conoscere le canzoni di Suor Sorriso?? Ed io gli racconto la storia della signorina Marianna.

Così mi racconta che Suor Sorriso si era suicidata (29 marzo 1985) a causa di una relazione omosessuale......... http://www.rockemartello.com/2011/03/29-marzo-1985-il-suicidio-di-suor.html Troppo anche per uno che non ci aveva creduto come me!!

Per fortuna ho continuato a cantare di nascosto tutte le canzoni di Celentano e non ho mai imparato quelle di Suor Sorriso. Ed il sorriso, quello vero, me lo sono sempre portato sulle labbra e nel cuore insieme alle parole dei testi delle canzoni che negli anni facevano arrossire quelle di Celentano.

Ciao signorina Marianna

venerdì 6 maggio 2011