Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2017

Fake news - notizie false - istruzioni per l'uso

Immagine
Per orientarsi nel mondo della falsa informazione, quello che una volta facevano i giornalisti professionisti (ormai in estinzione), dovete farlo voi lettori: trovare le fonti delle notizie e verificarle. 
Eravate abituati ad andare al ristorante, ordinare il menu' ed aspettavate che il cameriere vi portava il cibo; lo consumavate e alla fine avrebbero sparecchiato e lavato i piatti per voi. Adesso, visto che avete deciso di non leggere più giornali o informarvi attraverso organi di stampa, se non volete farvi  il solito panino col prosciutto, dovete imparare a cucinare. Risalire alla fonte di una notizia è un lavoro complesso e pieno di ostacoli, che richiede tanto tempo e conoscenza. Sul web (social network in primis, ma su tutta la rete informatica - blog e web press) che non è la Bibbia, il Vangelo, o le tavole scritte da Mosè, trovi tutto e il suo contrario. Perché nessuno verifica, i lettori/scrittori rilanciano e condividono i post spesso senza leggerli e senza avere la cosc…

La verità? Abbiamo perso

Immagine
E' la prima volta che scrivo quel ricordo di 25 anni fa, il botto, l'attentatuni, la prima volta da palermitano fuori sede più che da professionista che ha coperto l'evento. Ero a casa a Roma e chiama mio padre, triste, agitato e con voce tremulante, di chi a causa del terrore ha già perso un amico nella fine degli anni settanta, mi dice: - Lo hanno fatto saltare in aria, qui è guerra ormai. - Chi fosse saltato in aria non era difficile da capire. Come si dice a Palermo, 'mienza parola'. Metto giù la cornetta e subito il telefono suona ancora, e ancora e ancora, non riuscivo a trovare un posto in in aereo perché i voli che ancora potevano atterrare a Punta Raisi erano stati tutti comprati. Dentro di me riviveva la Palermo che avevo raccontato e fotografato, insieme ai miei compagni di lavoro, per il giornale 'L'Ora', la peggiore Palermo, la mia Palermo,  che avevo visto morire, a poco a poco, a colpi di kalashnikow e tritolo. La Palermo di tanti piccoli…

Scuola: borsa studio a Palermo per 4 ragazzi Rom

Immagine
Tre ragazzi ed una ragazza rom di età compresa tra i 16 ed i 17 anni, tre dei quali abitano nel campo della Favorita ed uno in una casa confiscata alla mafia che è stata assegnata dal Comune e che sono approdati alle Superiori dopo aver frequentato la scuola elementare De Gasperi domani riceveranno una borsa di studio intitolata alla maestra FatimaDelCastillo. Il riconoscimento sarà loro consegnato dalla dirigente della De Gasperi Maria Giovanna Granata nel corso di una manifestazione a cui parteciperanno il direttore dell'Ufficio scolastico regionale Maria Luisa Altomonte, il sindaco Leoluca Orlando e gli assessori Giusto Catania e Barbara Evola. I tre ora frequentano l'Istituto Tecnico Statale per il Turismo "Marco Polo", l'Istituto Professionale "Francesc…