sabato 28 febbraio 2009

FOTO DEL GIORNO

TRA DEMONIO E SANTITA'

venerdì 27 febbraio 2009

ADDIO


Addio mia bella addio, l'armata se ne va....

VOLVER

LA SOLITA DOPPIA MORALE CATTOLICA

LA SOLITA DOPPIA MORALE CATTOLICA:ENGLARO E' UN ASSASSINO, CHI UCCIDE BAMBINI CON LE BOMBE E' UN EROE DI GUERRA. BASTA CON LE RELIGIONI E LE LORO MORALI.

BIG ERG TUNIS MAGHREB

BIG ERG TUNIS GOMME

BIG ERG TUNIS MAGHREB SOSTA

BIG ERG TUNIS MAGHREB ATTREZZATURA

RELAX

LIBERIAMOCI DAL MALE LIBERIAMOCI DELLE RELIGIONI

giovedì 19 febbraio 2009

VITTI NA CROZZA

Vitti na crozza supra lu cannuni
fui curiuso e ci vossi spiare
idda m'arrispunniu cu gran duluri
murivi senza un tocco di campani

[la la la lero
la lero la lero
la lero la lero
la lero la la]*

Si nni eru si nni eru li me anni
si nni eru si nni eru un sacciu unni
ora ca sugnu vecchio di ottant'anni
chiamu la morti i idda m arrispunni

[la la la lero
la lero la lero
la lero la lero
la lero la la]*

Cunzatimi cunzatimi lu me letto
ca di li vermi su manciatu tuttu
si nun lu scuntu cca lume peccatu
lu scuntu allautra vita a chiantu ruttu

[la la la lero
la lero la lero
la lero la lero
la lero la la]*

C'è nu giardinu ammezu di lu mari
tuttu ntessutu di aranci e ciuri
tutti l'acceddi cci vannu a cantari
puru i sireni cci fannu all'amuri

[la la la lero
la lero la lero
la lero la lero
la lero la la
la la la lero
la lero la lero
la lero la lero
la lero la la
la la la lero
la lero la lero
la lero la lero
la lero la la]*

Franco Li Causi

lunedì 9 febbraio 2009

"WAMEED" PRIMO MAGAZINE DI FOTOGRAFIA IN PALESTINA



E' uscito "Wameed" il primo magazine di fotografia che non parla solo di fotografia. E' il primo in Palestina ed il secondo in tutto il Medio Oriente. Il periodico è stato ideato dal fotoreporter Osama Silwadi (vedi intervista nel post che lo riguarda 11 ottobre 2008), che ne è anche il direttore, per raccontare una Palestina diversa da quella dei telegiornali e per raccontare ai palestinesi il mondo visto con gli occhi di grandi reporter. Ad Osama ed a tutto lo staff palestinese il mio più grande augurio che eventi come questo servano a parlare sempre più di pace attraverso storie diverse.
Luciano del Castillo

www.wameed.ps

venerdì 6 febbraio 2009

PENSIERI E PAROLE

In questa epoca balorda la cosa più importante per i nostri politici non è avere delle idee, ma esporle! Soprattutto se si sta davanti ad una telecamera.
Luciano del Castillo

domenica 1 febbraio 2009

VIOLENZA SESSUALE:GUIDONIA;BERNARDINI , A ME MAIL DI MINACCIA

(ANSA) - ROMA, 1 FEB - Sono "centinaia le mail minatorie e di insulti arrivati sulla casella di posta elettronica" della deputata Radicale-Pd Rita Bernardini, dopo che due giorni fa ha visitato i romeni accusati dello stupro nel carcere di Rebibbia e parlato di "maltrattamenti" da loro subiti. A riferirlo la stessa Bernardini a margine della V assemblea interregionale dei Radicali."Molte di queste mail usano un linguaggio che assomiglia a quello degli stupratori - spiega Bernardini - mi scrivono: 'Dovresti essere violentata tu e i tuoi familiari, tua figlia se ce l'haì. E ho trovato insulti molto pesanti anche su internet, sui forum dei quotidiani. Addirittura su facebook è stato pubblicato il mio numero di cellulare e qualcuno ha scritto: 'Presto trovero' il suo indirizzò. La mia intenzione è pubblicare questi messaggi - ha annunciato - perché rappresentano molto bene uno spaccato dell'Italia che deve essere conosciuto".(ANSA).
YJ4-KWQ/S0B S41 QBXL

BESTIE E ANIMALI

Il Diritto è in ginocchio. Ogni mattina ci svegliamo leggendo o ascoltando qualcuno che si aggiunge alla lista dei forcaioli. Non si tratta più di chiedere leggi più dure o il rispetto della pena. Adesso si chiede di condannare senza processo, esasperare gli animi, colpire i diversi. I diversi sono i più esposti alla foga omicida dei nuovi moralizzatori, come sempre. Il 30 gennaio scorso, sempre nella zona dove oggi hanno dato fuoco ad un uomo, che dormiva alla stazione di Nettuno, un indiano (lo stesso? un altro??) si era permesso di "molestare" una ragazza italiana. Si è così: se un ragazzo italiano prova a "rimorchiare" una ragazza, o fa degli apprezzamenti sulla sua bellezza è normale. Se lo fa un ragazzo straniero, è molestia. Perché è chiaro che un ragazzo, un uomo straniero per lo più emigrante non può permettersi una vita normale, non può desiderare (a meno che non sia ricco) di avere una ragazza qui nel luogo dove lavora. Gli emigranti non possono avere una vita. Devono solo pensare a lavorare, af are sentire "signori" la classe media che li paga in nero e poco.

Luciano del Castillo

INDIANO BRUCIATO: UN'AGGRESSIONE RAZZISTA STUDIATA

(ANSA) - NETTUNO (ROMA), 1 FEB - E' stata un'azione premeditata l'aggressione all'immigrato indiano che dormiva nella sala d'aspetto della stazione ferroviaria a Nettuno, una cittadina del litorale a sud di Roma.Secondo quanto si è appreso da fonti investigative, il raid é stato compiuto da due o più persone che per fare l'aggressione si sono portate appositamente del liquido infiammabile, con tutta probabilità benzina, in un contenitore, che non è stato però trovato dai carabinieri.Il gesto, sottolinea un investigatore, dunque ha una matrice razzista ed è stato premeditato e studiato nei minimi particolari.Quando sono arrivati, allertati da una persona rimasta ignota che ha telefonato al 112, i carabinieri hanno trovato l'indiano ancora con gli abiti in fiamme, le gambe già completamente ustionate. L' uomo è riuscito a dire pochissime parole poi ha perso i sensi per il dolore. Portato d'urgenza nell'ospedale di Anzio è stato trasferito per le gravissime ustioni subite al Sant'Eugenio di Roma nel reparto ustionati.Nella stazione di Nettuno gli immigrati trovano spesso riparo per la notte. Ma stamani, al momento dell'aggressione razzista, l'indiano era l'unico trovato dai carabinieri che dormiva nella sala d'aspetto.(ANSA).
CH/S0B S41 QBXL

DEL 30 gennaio 2009 era quest'altra notizia:


TENTA APPROCCIO CON RAGAZZA ITALIANA, INDIANO PICCHIATO
ANZIO (ROMA)
(ANSA) - ANZIO (ROMA), 30 GEN - Sembra che avesse tentato un approccio non gradito con una ragazza di Lavinio, un cittadino indiano di 35 anni, finito ieri sera al pronto soccorso di Anzio dopo aver subito un pestaggio. In aiuto della ragazza sono accorsi il fratello, a quanto sembra munito di un coltello da cucina, che però non è stato usato contro l'uomo, e alcuni amici. A dare man forte un automobilista di passaggio che, sceso dall'auto, sarebbe stato colui che ha picchiato l'immigrato per poi fuggire subito dopo. Indaga il Commissariato di Anzio.(ANSA).
J06-TZ/S43 QBXL