martedì 28 giugno 2011

FORD GRAN TORINO



Ford Gran Torino. L'ultima follia. © Luciano del Castillo

venerdì 24 giugno 2011

VANCOUVER RIOT KISS

L'oramai famoso bacio di Vancouver era la classica fotografia che ci fa sognare. Come quella di Robert Doisneau o di Koudelka, Giacomelli e via dicendo. Pero' loro hanno avuto la fortuna di non essere statio sottoposti, come questa foto ai raggi X.
La poesia di questa foto è stata smontata nelle ore successive mostrando come in realtà sui era arrivati alla foto finale.
Mandando in pezzi le teorie eros/tanatos, l'amore che sovrasta la violenza. Quella coppia è stata presa da tutte le angolazioni ed i video sezionati, discussi e criticati fino ad arrivare alla sentenza finale: non era un bacio d'amore scaturito durante una dura battagli, ma più semplicemente un abbraccio per tranquillizzare la propria compagna in un momento difficile. Addio Vancouver kiss riot.

mercoledì 22 giugno 2011

CONCORSO FOTOGRAFICO “IO, RAGAZZOPADRE”

L’associazione RagazzoPadre (che si occupa di dare Supporto, Condivisione e Informazioni

ai genitori separati) in collaborazione con Oliviero Toscani organizza il concorso fotografico

on line intitolato “Io, RagazzoPadre” con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le

istituzioni sul tema della Paternità e del ruolo genitoriale del padre moderno, anche all’interno di

una realtà difficile come quella della separazione.

Con questo concorso l’associazione vuole porre l’accento non sulla divisione ma sulla

condivisione dei tempi, delle attenzioni e degli affetti trasmettendo e diffondendo attraverso

l’iniziativa il concetto della famiglia “divisa” ma serena, condizione fondamentale per il

benessere dei figli.

Il contest è aperto a tutti, non solo ai genitori separati, ed è rivolto a chiunque creda in questi

valori e sentendosi toccato da questo tematica voglia partecipare alla missione di portare

serenità alle famiglie separate.

Ogni partecipante deve inviare le sue foto, che rappresentino in modo originale, sorprendente

e creativo l’essere Padre al giorno d’oggi, seguendo il regolamento e le modalità indicate

sul sito www.ioragazzopadre.it (realizzato dalla web agency Studio.Comunico che offre il suo

supporto in sviluppo e web marketing all’Associazione RagazzoPadre).

Le foto inviate saranno valutate attraverso due differenti criteri di giudizio: il primo affidato

alla giuria composta dal noto pubblicitario Oliviero Toscani, dal famoso psichiatra e scrittore

Paolo Crepet e da Saverio Evangelista, presidente dell’Associazione RagazzoPadre. Il

secondo parametro rappresentato dalla giuria web si basa sul numero dei voti totalizzati sul

sito www.ioragazzopadre.it

Saranno premiate tre foto scelte dalla giuria e le tre foto più votate.

Attraverso la generosità dei numerosi sponsor che hanno sostenuto l’iniziativa l’associazione

RagazzoPadre mette in palio meravigliosi premi per due persone che siano occasione per

condividere un'esperienza, idealmente ma non necessariamente, tra un figlio e un genitore.

I premi consistono in soggiorni in agriturismo, charter in barca a vela, ingressi gratuiti a parchi

divertimento e lezioni di equitazione.

Alla foto vincitrice del concorso spetta un soggiorno di una settimana all’Agriturismo Poggio

alla Pieve (Pieve di S. Luce, PI), un charter di due giorni in barca a vela con Vele Auriche (San

Vincenzo LI) e un ingresso al Parco Acquatico Acqua Village (Follonica, GR o Cecina, LI).

La foto più votata dagli utenti sarà premiata invece con un soggiorno di una settimana al

Residence Casa di Caccia (Bibbona, LI) e una lezione di equitazione presso la Società Sport

Equestri (Cecina, LI).

Il termine ultimo per l’invio della foto è il 15/10/2011 e il concorso si concluderà il 30/10/2011.

Per maggiori informazioni sul concorso si può guardare il video http://www.youtube.com/watch?

v=PMdYmHqbz_I e visitare il sito www.ioragazzopadre.it/

lunedì 20 giugno 2011

WORLD REFUGEE DAY


Eritrean women, fled from war across the desert of Lybia in two years and arrived in Lampedusa by boat, pose for a photo at Accademia di Maciste in Rome June 20, 2011. © Luciano del Castillo


The United Nations' (UN) World Refugee Day is observed on June 20 each year. This event honors the courage, strength and determination of women, men and children who are forced to flee their homeland under threat of persecution, conflict and violence.

sabato 18 giugno 2011

UNDERFIRE


Ar Rutbah, Iraq January 2004. Fermato ad un check point di insorti vicino al confine con la Syria. Mi fotografo dentro gli occhiali aspettando il peggio. Ma il peggio per fortuna non è arrivato. Dopo 5 ore sono passato in Syria senza problemi sono arrivato a Hims.

COSI' E' (SE VI PARE)


Ortopanoramica.

ANOTHER COUNTRY


Oh, mamacita! La Habana, Cuba, November 2007. © Luciano del Castillo

venerdì 17 giugno 2011

VOLARE OH OH


FLY. Castel di Guido, Rome, July 17 2011. © Luciano del Castillo

SUNFLOWERS


Sunflowers, Castel di Guido, Rome, July 17, 2011. © Luciano del Castillo

Aztec Flower Song (anonymous, pre-Columbian)


Be indomitable, Oh my heart!
Love only the sunflower;
It is the flower of the Giver-of-Life!
What can my heart do?
Have we come, have we sojourned here on earth in vain?
As the flowers wither, I shall go.
Will there be nothing of my glory ever?
Will there be nothing of my fame on earth?
At most songs, at most flowers,
What can my heart do?
Have we come, have we sojourned on earth in vain?

giovedì 16 giugno 2011

GOOD BYE BLUE SKY


Fregene seafront, Rome, June 15, 2011. © Luciano del Castillo

TOP MODEL


Tevere, Rome, June 15, 2011. Le mie modelle degli anni..... che importa!!! Ritratte ieri alla cena sul bateau mouche dove ci siamo incontrati con tutto lo staff della "Tevere Expo".
© Luciano del Castillo

lunedì 13 giugno 2011

AMINA BUFALA FALSE AMINA BLOG

Schifano artwork at MACRO museum of Modern Art in Rome.
© Luciano del Castillo

QUANDO I GIORNALISTI NON HANNO NOTIZIE DI PRIMA MANO
- True story, quanto manipoliamo la realtà che ci circonda? -

L'imbroglio di Amina, la finta blogger omosessuale siriana che in realtà è un giovanotto americano della Georgia, ci fa riflettere su due cose: l'importanza del giornalismo di prima mano (fonti proprie, contatti pregressi etc.) e conoscere meglio l'estensore del servizio, chi lo riporta, chi lo ha trovato e pubblicizzato.

Negli ultimi tempi questo tipo di incidente accade nell'area mediorientale dove la presenza di buoni inviati occidentali è scarsa. Così nelle redazioni si devono confezionare informazioni per le pagine del giorno dopo o, ancora peggio, per le edizioni dei TG che ormai sono ogni ora.

Il lettore deve pretendere la firma delle foto come dei pezzi perchè da autorevolezza e forza al tema che si sta trattando.
Quando apro un giornale, vado a cercare subito determinati giornalisti perchè ne riconosco la autorità, la serietà a prescindere dal colore politico o da altre inclinazioni.
Quando cercavo gli articoli di Ettore Mo' sul Corriere che mi raccontavano dell'Afghanistan, sapevo che Ettore conosceva personalmente capi tribu, capi della rivolta, aveva notizie di prima mano e se mi raccontava storie riportate da altri ero sicuro che le verificava.
Con internet ognuno può raccontare qualsiasi cosa ed il contrario di qualsiasi cosa.
La fame di notizie usa e getta di immagini su notizie usa e getta (vedi il mio post del 29 giugno 2009- giornalismo o fiction) fa si che le regole di controllo che i giornalisti avevano prima, saltino tutte. Così lecitamente si prendono "fermo immagine" da video per poi scoprire che sono vecchi video o che appartengono ad altre circostanze, disastri fotocopia che vengono immessi nel circuito delle NEWS che appartengono a precedenti disastri. Inoltre, solo in Italia, non c'è l'obbligo di citare la fonte o scrivere sul servizio televisivo "immagini di repertorio".

Ed in questo immenso calderone l'unica a farne le spese è la veridicità del racconto.
Scoprire che Amina non esiste e che è il frutto di un blogger fantasioso ci insegna due cose: che non sappiamo niente di medioriente e che non esistono più gli specializzati.
Se si legge bene (col senno dl poi, certo) il blog di Amina, si possono intuire delle forzature tipiche di una cultura più vicina alla nostra piuttosto che a quella mediorientale. Che i tanti liberali, uomini o donne, di quel paese non si sarebbero mai spinti così oltre in un momento tanto tragico.

Come lettori dobbiamo pretendere da qualsiasi MEDIA una attenzione maggiore delle cose raccontate per evitare che la maggior parte delle notizie entrino a far parte di quell'area delle "leggende metropolitane" che si raccontano e si tramandano per generazioni. Evitare che le notizie siano merce passeggera che serve a riempire spazi vuoti.
Pretendiamo le firme dei servizi scritti, fotografici, video, per avvalorare la veridicità dei testi. Affinchè chi scrive, posti, fotografi sia responsabile delle sue storie anche se riportate da altri.

più notizie su:

sabato 11 giugno 2011

PREMIO ILARIA ALPI

I video finalisti del premio Ilaria Alpi.

BORN TO BE FREE


Seagull, Elba Island June 10, 2011. © Luciano del Castillo

CONCORSO FOTOGRAFICO

Una rara immagine di Mario Pannunzio intento a selezionare le fotografie da pubblicazione.

© Paolo Di Paolo

“IL MONDO” CONTINUA

PREMIO MARIO PANNUNZIO PER IL GIORNALISMO FOTOGRAFICO

Il Centro Studi e Ricerche sulla cultura visuale e sui linguaggi della comunicazione di Roma bandisce la seconda edizione del “Premio Mario Pannunzio per il giornalismo fotografico”, da assegnare all’autore di una fotografia pubblicata sulla stampa periodica che risponda ai requisiti dell’autonomia contenutistica e narrativa rispetto al contesto della pagina, secondo l’insegnamento del direttore de “Il Mondo”. Non è richiesta quota di partecipazione. Il termine scade il 30 ottobre. Richieste bando: csr1g@libero.it

giovedì 2 giugno 2011

NO AL PORCELLUM

Voglio votare chi voglio votare!!! Cambiamo la legge che ti fa votare quelli voluti dalla NomenKlatura. Firma anche l'appello al presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano

REFERENDUM VOTA SI


In tutti i casi andare a votare per esprimere la propria opinione. Possibilmente VOTIAMO SI e non per dare fastidio a Berlusconi, ma per il NOSTRO FUTURO
+++++++++++++++++++VOTA SI+++++++++++++++++++++

REPUBLIC FEST


A woman push a baby buggy at Corso street near the Parliament on June 02 2011 during the Republic Fest. © Luciano del Castillo