Post

Notizie dal mondo che non ODIA

Immagine
2018-07-18 10:58Sequestrato campo nomadi: Sinistra Comune, alloggi per Rom 'Poi intestare quell'area alla maestra Fatima Del Castillo' PALERMO (ANSA) - PALERMO, 18 LUG - "Adesso la città non può più attendere neanche un minuto: dopo il provvedimento di sequestro dell'area da parte del Tribunale di Palermo, è obbligatorio avviare l'immediata dismissione del campo Rom della Favorita garantendo un alloggio decoroso alle venti famiglie che vi abitano da anni". Lo affermano i consiglieri comunali di Sinistra Comune Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando e Marcello Susinno.
"La comunità Rom di Palermo è parte integrante della nostra comunità, - aggiungono - avendo costruito negli anni processi di interazione grazie al lavoro costante delle istituzioni…

Sueperuomini , super eroi domenicali

La mia adolescenza si è sviluppata in un Paese ostile. Uno stato centrale rigido, poliziesco, e una piccola parte di quelli che lo combattevano, trovarono nelle armi la risposta. In mezzo c’eravamo “noi giovani” alla ricerca di risposte che andavano dalla sessualità più libera alla retribuzione più equa. Ricordo quegli anni di gioventù con grande gioia, ma anche tanta paura e dolore. Le giornate erano scandite dagli attentati, gli agguati, i ferimenti e le botte fuori dalle scuole. Io volevo vivere. Mi ricordo sempre col sorriso, sorriso e paura il mio pane quotidiano. I toni delle discussioni erano sempre forti, aspri. Ci si doveva, per forza, dividere in due fazioni. Qualcuno doveva vincere e qualche altro perdere. Io volevo vivere. I professioniste dell’odio, da una parte e dall’altra, non lo permettevano, troppo facile. Se vuoi vivere devi scontrarti, devi entrare nell’arena, sanguinare. Io volevo vivere.Per fortuna Battiato spezzò, con una serie di canzoni belle, profonde e leg…

Warsaw exhibition

Immagine

OPERAZIONE CUBA: Poesia Escondida by Luciano del Castillo

OPERAZIONE CUBA: Poesia Escondida by Luciano del Castillo: "Una notte, durante il mio primo viaggio a L’Avana, mi siedo sulla scalinata del Capitolio e osservo, finalmente rilassato, la vita ...

L’industria del dolore

Lo scandalo che coinvolge alcune note ONG che si occupano di aiutare le popolazioni colpite da povertà, da disastri naturali, etc ha lasciato molti con l’amaro in bocca. Ma come, si chiede la opinione pubblica, versiamo denaro per aiutare i più deboli ed invece queste persone li sperperano per andare con le prostitute? Ma come è possibile che i volontari facciano queste cose? Come in tutti i settori l’industria del dolore ha le sue pecore nere, i suoi punti deboli il primo dei quali risiede nella selezione del personale. Una qualsiasi grande organizzazione umanitaria, ha bisogno, oltre che dei volontari e delle persone di buona volontà, anche di una enorme quantità di manodopera specializzata che serve ai per organizzare, costruire, curare. Tradotto in termini pratici servono medici, infermieri, ingegneri, geometri, elettricisti, falegnami, contabili etc… Per una parte di questo personale si tratta solo di lavoro. Lavoro all’estero, ben pagato, che non ha niente a che fare con la car…
Immagine
Cari amici, ci siamo! Il mio nuovo libro fotografico “Alegria Y Revolucion” #Tempestaeditorehttps://tempestaeditore.it/ è pronto è sarà disponibile nei prossimi giorni. Per chi vuole fare un bel #regalo di #Natale la casa editrice lo offre, a chi lo prenota adesso, in pre vendita (consegna dopo il 16 dicembre) con uno sconto del 15% e spedizione a carico dell’editore. Conto in un vostro sostegno solidale :)
La copertina del libro Alegria Y Revolucion