lunedì 30 gennaio 2012

PROFESSIONISTI PER L'INPGI

Il logo del gruppo Professionisti per l'Inpgi.


Senza Bavaglio e USGF (Unione Sindacale Giornalisti Freelance) sono stati i promotori della lista “Professionisti per l’INPGI”. Non tutti i colleghi candidati si riconoscono totalmente nelle posizioni di Senza Bavaglio ma, come spiega la nota introduttiva, sono tutti animati dalla passione per la professione e da un progetto comune per portare nuove energie negli enti dei giornalisti.

Professionisti per l’INPGI

Contro la casta, qualunque casta, lamentarsi non basta. E non bastano nemmeno le denunce. E’ necessaria anche la partecipazione. Solo votando, tutti, possiamo sperare di cambiare le cose: anche negli organismi di categoria, che non sono adeguatamente rappresentativi e si trovano di fronte a nuove, grandi sfide.
Possiamo lasciare tutto in mano ai burocrati del sindacato, quelli che sono incollati alle poltrone anche da un paio di decenni, oppure cambiare le cose con il voto.
La lista che vi proponiamo è fatta da professionisti del giornalismo. Chi lavora in grandi giornali e chi in testate più piccole. Una cosa ci unisce: la capacità di indignarci verso lo sfacelo del giornalismo e dei suoi enti. Non solo: anche la passione per questo mestiere e la voglia di impegnarci con serietà in questa nuova sfida.
L’INPGI si può ancora salvare, anche dagli attacchi della Fornero. Possiamo farcela, ma occorre uno sforzo comune.

PER INFORMAZIONI: www.senzabavaglio.info
PER LE MODALITA' DI VOTO E PER SCARICARE LA PASSWORD PER VOTARE ONLINE: www.inpgi.it


domenica 29 gennaio 2012

SOMALI JOURNALIST SHOT DEAD

Fly in the sky. © Luciano del Castillo

Hassan Osmad Abdi era direttore di radio Shabelle è stato ucciso a Mogadiscio da una gang di cinque uomini armati che gli hanno teso un’imboscata venerdì sera, quando stava rientrando a casa. 
http://www.corriere.it/esteri/12_gennaio_28/somalia-ucciso-giornalilsta-alberizzi_2e2e4a90-49f1-11e1-a339-d42b0f14f392.shtml

giovedì 26 gennaio 2012

VIA DELLA PALOMBELLA



Italian writer Silvia Palombi poses in Rome, January 24, 2012. © Luciano del Castillo


Dalle Marche al cuore del cuore di Roma toccando il lago di Como una storia che parte dall’Ottocento e arriva a oggi, tra la prima guerra mondiale e la seconda. La bella storia di due persone che hanno cominciato a frequentarsi grazie al coprifuoco e a un cortile troppo piccolo e che alla fine si sono sposate. Poi hanno messo al mondo l’autrice.

venerdì 20 gennaio 2012

NON E'GOGNA MEDIATICA. E' BUSINESS, BABY

La formula della catastrofe paga sempre. Il cattivo comandante, l'eroe che salva i passeggeri e l'etica che richiama il cattivo ai suoi compiti. Aggiungiamo una bella moldava all'impasto, è il piatto è servito! Senza falsi moralismi grazie a questo copione la stampa italiana ha tirato un sospiro di sollievo. Vendite ai massimi, pubblicità in entrata. Avanti a tutta, non chiudere i boccaporti, è la stampa, baby! Orfani della Berlusconeade i giornalisti necessitano di altre storie per appagare la morbosità dei lettori.
Ma mi chiedo: perchè non impiegare tutta questa "potenza di fuoco" contro mafiosi, camorristi, politici corrotti e quant'altro??? Il comandante Schettino sarà pure un cialtrone, ma non ha pianificato stragi e omicidi, è rimasto vittima della sua stessa leggerezza. Sicuramente deve essere processato e  pagare per questo, per i suoi errori, ma non è che perchè ai MEDIA fa vendere di più deve essere già appeso all'albero maestro della nave. Anzi, al posto di Schettino, io chiederei i diritti d'autore. Quanti di noi con la stessa superficialità, a volte affrontano i compiti quotidiani, la routine? Il che non assolve, ne lui ne noi, ma chi non ha peccato, SCAGLI LA PRIMA PIETRA.
Luciano del Castillo

giovedì 19 gennaio 2012

TRAGEDIA COSTA

Che le tragedie siano fonte di guadagni e, per i media,del moltiplicarsi di copie e passaggi web questo si è sempre saputo. Ma la poca eleganza del Corriere della Sera salta subito agli occhi. A pagina 15 dopo avere raccontato tutta la tragedia spunta un trafiletto: La giornata record di www.corriere.it.
Forse avrebbero potuto evitarlo sopratutto perchè alcune persone sono morte ed altre subito danni vari. E' come quando vengono organizzate delle gallery di cronaca nera precedute da spot pubblicitari. Forse mi sbaglio, ma è una questione di stile.

lunedì 9 gennaio 2012

COMING HOME

Full moon at Aurelia road, Liguria region, January 08, 2012. © Luciano del Castillo

NOVA AVANTGUARDA

This photo of Xavier Miserachs (Barcelona 1937- 1998), provided by PO-Museo, shows a man working at  Born market in Barcelona, Catalunya. The exhibition (from November 11, 2011to January 15,2012) shows Catalan photographers vanguard's artworks in the 50th and 60th years in Caltalunya at Museu Emporda' in Figueres, Catalunya.
Luciano del Castillo