sabato 26 aprile 2014

Quattro papi per strada

In una città ostaggio delle celebrazioni, quattro papi, due in carne e due in spirito, si muovono (solo loro perchè i normali cittadini fanno fatica a prendere la metro!) tra le stradine antiche della capitale. Fervono i lavori, le misure di sicurezza, per l'arrivo dei pullman dei fedeli. Se ne aspettano circa un milione, mentre la popolazione locale, grazie ai ponti e ponticelli si è data latitante.
Roma che vive normalmente nel caos, con trasporti inadeguati e la spazzatura che adorna i punti più belli ha finalmente una giustificazione per sentirsi leggittimata: con più di un milione di pellegrini, come volete governare una città con una strutttura così antica come Roma???
Ed infatti le strade dissestate e i sanpietrini divelti e l'arredo urbano distrutto e i pali della segnaletica stradale o dei semafori nascosti dai volantini pubblicitari e le bancarelle in ogni dove (ma che li pagano a fare gli affitti dei negozi i commercianti se poi davanti gli aprono banchi di "monnezza") davanti a tanto gioire dei fedeli, non si vedono più. Solo sorrisi e sai che sono turisti, facce incazzate e sai che sono romani.

Nessun commento: